Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)

GERANEO ZONALE V.14

PIANTA RUSTICA DI BELLISSIMA FIORITURA ESTIVA .

2,50
2,50

Pianta di origine Sud Africana e tra le più diffuse nei giardini e nei balconi di tutto il mondo. Il nome scientifico, Pelargonium zonale, fa riferimento ad una particolarità delle sue foglie che al centro sono caratterizzate da un'area circolare di colore contrastante, così che risultano suddivise in tre zone di colore diverso. In commercio ne esistono numerose varietà ed ibridi. Il geranio zonale è una pianta sempreverde a portamento cespuglioso, alta in genere 30-60 cm ma che può arrivare fino ad 1 metro, molto apprezzata per la frequenza ed abbondanza delle fioriture e la bellezza dei fiori. Le foglie, larghe 8-13 cm sono rotonde o a forma di cuore a margini frastagliati più chiare nella pagina inferiore e, come detto, con una fascia più scura su quella superiore spesso marrone o bronzea, a tinta unita o striata. I fiori di 2-4 cm sono raccolti in ombrelle tondeggianti con diametro fino a 10 cm in cima a steli rigidi di varia lunghezza. Possono essere a corolla semplice o doppia e possono assumere una gran varietà di tonalità di colori tra bianco e rosso, a volte sono anche bicolori. La fioritura, ricca e vistosa, avviene di norma dalla primavera all'autunno ma nelle condizioni di coltura ottimali può durare anche tutto l'anno.Come per tutti i gerani può essere facilmente moltiplicato per talea, meglio se a metà estate o inizio autunno, recidendo un segmento di pianta di circa 10 cm, a cui vanno eliminate le foglie inferiori, e ponendo le talee a radicare all'ombra in terriccio umido. Il geranio zonale va preferibilmente posizionato in piena luce o a mezz'ombra ad una temperatura tra 12 e 25 °C, quindi in inverno può restare all'aperto solo nelle zone a clima mite. Può essere piantato anche in piena terra. Le irrigazioni devono essere regolari ma non eccessive, avendo l'accortezza di lasciare asciugare il terreno tra un'annaffiatura e l'altra e cercando di non bagnare le foglie per evitare la comparsa di muffe o funghi. Le concimazioni dovrebbero essere settimanali con fertilizzante liquido almeno durante il periodo vegetativo. Come periodici interventi di manutenzione è bene eliminare i fiori man mano che appassiscono perché la pianta non sprechi energia e continui a fiorire, e alla fine del periodo invernale potare le piante anche a metà della loro altezza, per avere un migliore sviluppo primaverile.

 

Continua lo shopping! scopri altri prodotti della sezione piante fiorite o di SANTARINI